ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le discussioni si riaccendono, all'interno della chiesa anglicana, sui prelati omosessuali

Lettura in corso:

Le discussioni si riaccendono, all'interno della chiesa anglicana, sui prelati omosessuali

Dimensioni di testo Aa Aa

A fare il suo debutto tra le figure di volta in volta acclamate o aborrite è Mary Douglas Glasspool, apertamente lesbica, ordinata ieri vescovo nella diocesi di Los Angeles.

Simili casi, per uomini, hanno già prodotto profonde lacerazioni nella chiesa anglicana statunitense. E una donna omosessuale è una novità assoluta.

I fedeli sono divisi. “La chiesa anglicana americana – dice un sostenitore della scelta – ha preso posizione per la morale e per la virtu’. E credo davvero che questo ci aiuti tutti a capire che ciascuno, qualsiasi sia il modo in cui Dio lo ha fatto, ha il diritto di essere cio’ che preferisce”.

“L’omosessualità – obietta un altro fedele, a margine della cerimonia di consacrazione – è un peccato, non le persone. Dio ama le persone ma non vuole che continuino a peccare”.

L’infiammato dibattito, che ha prodotto scismi in Nord America, comincio nel 2003, con l’ordinazione del primo vescovo apertamente gay, Gene Robinson.