ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strauss-Kahn: "bene le misure di Atene, ma l'euro ha bisogno di un contesto piu' solido"

Lettura in corso:

Strauss-Kahn: "bene le misure di Atene, ma l'euro ha bisogno di un contesto piu' solido"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il piano di salvataggio per Atene agita le strade della Grecia. Uno sforzo congiunto dell’Unione Europea e del Fondo Monetario Internazionale, i cui esiti non sono scontati. Euronews ha incontrato il direttore generale dell’ FMI, Dominique Strauss-Kahn.

“Il governo greco – afferma – è stato audace e coraggioso nel mettere a punto le misure di austerità, che sono molto difficili. Ma andavano prese, perche’ era il solo modo per salvare la gente. Non sto dicendo che tutto questo non sarà doloroso. Ma penso che funzionerà e che La Grecia si rimetterà sui binari, tornando a una crescita normale, con la riduzione del tasso di disoccupazione. Ma non succederà in una notte: ci vorrà tempo, per questo sarà doloroso. Ma non c‘è alternativa”.

Quanto alla moneta unica, c‘è il rischio di una caduta a catena dei mercati. Rischio contro cui è stato innalzato il recente piano da 750 miliardi di euro.

“C‘è una valuta unica – osserva Strauss-Kahn – ma non c‘è l’ambiente economico che rende stabile una moneta in epoca di crisi. E’ quello che stiamo vedendo ora. Io mi aspetto che gli europei traggano vantaggio da questa crisi, rimodellando e rinnovando le loro istituzioni”.

Gli auspici di Strauss-Kahn non sembrano trovare troppo radicamento: dopo il faticoso piano per la Grecia, anche quello da 750 miliardi per l’euro-zona ha messo in evidenza le spinte centrifughe interne all’Unione.