ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marea nera: Obama accusa e promette un giro di vite

Lettura in corso:

Marea nera: Obama accusa e promette un giro di vite

Dimensioni di testo Aa Aa

Giro di vite sulle trivellazioni, e pesanti accuse. Barack Obama interviene sulla vicenda della marea nera nel Golfo del Messico. Mentre alcuni scienziati ipotizzano un disastro ambientale più grave del previsto, dalla Casa Bianca il Presidente degli Stati Uniti definisce “ridicolo” il rimpallarsi di responsabilità tra BP e gli altri soggetti coinvolti.

Parlando a conclusione di un incontro del Consiglio di Gabinetto dedicato all’emergenza ha detto: “Per troppo tempo, per un decennio o anche più, c‘è stata una relazione stretta tra le compagnie petrolifere e l’agenzia federale che fornisce i permessi per le trivellazioni. È come se i permessi fossero spesso concessi sulla base di semplici garanzie sulla sicurezza da parte delle compagnie. Questo non può succedere e non succederà più”.

Tre settimane dopo l’esplosione che ha distrutto la piattaforma della BP Deepwater Horizon uccidendo 11 operai, si profila il più grave disastro ambientale nella storia degli Stati Uniti: alcuni scienziati parlano di una fuoriuscita di greggio che potrebbe essere fino a 12 volte superiore a quella fino ad ora stimata.