ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Thailandia: cresce il numero delle vittime degli scontri

Lettura in corso:

Thailandia: cresce il numero delle vittime degli scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Le camice rosse sparano semplici petardi, ma cresce la tensione tra le barricate nel centro di Bangkok.

Fonti ospedaliere parlano, nel bilancio provvisorio,
di almeno 10 morti e 125 feriti, tra i manifestanti.

L’esercito, fedele al contestato premier Vejjàjiva, spara ad altezza d’uomo. Tutte le strade, quelle principali, sono presidiate massicciamente.

E giovedi’ sera, nella zona commerciale, la violenza tra forze dell’ordine e camicie rosse aveva provocato un morto e una decina di feriti.

Colpito gravemente alla testa, da un proiettile, un ex generale leader degli oppositori. E tra i feriti nella repressione c‘è un crescente numero di giornalisti: tre nelle ultime ventiquattr’ore.

Lo stesso quartiere degli affari ospita molte ambasciate: gli Stati Uniti, come altri Paesi, hanno chiuso la loro sede diplomatica.

E vista dall’alto l’immagine della capitale, tra colonne di fumo e strade bloccate, è eloquente.