ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hague - neo ministro degli Esteri britannico a Washington dalla Clinton

Lettura in corso:

Hague - neo ministro degli Esteri britannico a Washington dalla Clinton

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nuovo esecutivo britannico, nato dall’alleanza tra Tories e partito Lib-Dem, si affretta a tirare a lucido le relazioni con gli Statui Uniti, più opache nella tramontata era Brown. Il ministro degli Esteri di Londra, William Hague, è andato a Washington, cordialmente ricevuto dal suo omologo, Hillary Clinton. “Avevamo molte cose da dirci – afferma la Clinton -, oggi. Abbiamo parlato della nostra missione comune in Afghanistan e il ministro ha ribadito l’impegno del suo governo a lavorare con la comunità internazionale e con gli afgani per raggiungere una stabilità di lungo termine laggiù. Gli Stati Uniti apprezzano molto il contributo britannico in Afghanistan”.

“Abbiamo parlato – dice Hague – anche dell’Iran: siamo d’accordo sulla necessità di mandare un segnale forte e coordinato sul programma nucleare iraniano, assicurando l’approvazione di una risoluzione del Consiglio di Sicurezza Onu. La Gran Bretagna giocherà un ruolo centrale nell’assicurare, poi, che l’Unione Europea svolga un’azione incisiva sulla scia di quella risoluzione”.

Il ministro Hague, intimidito al cospetto della sua navigata collega, ha parlato di “alleanza incrollabile” tra i due Paesi: ma i rapporti bilaterali, nel dettaglio, sono tutti da collaudare. Il mese prossimo, al G20, il presidente Obama incontrerà il neo-premier Cameron.