ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ridurre il debito per la ripresa economica

Lettura in corso:

Ridurre il debito per la ripresa economica

Dimensioni di testo Aa Aa

L’incertezza sul futuro dell’Europa ha condizionato Wall Street che ha chiuso contrastata: in calo il Dow Jones in lieve rialzo il Nasdaq. La fiducia al maxi fondo europeo è contenuta, molti analisti si interrogano sulle conseguenze del nuovo debito. Ma ora sembra essere la politica ad aver preso le redini: i conti degli stati devono essere risanati per uscire dalla crisi. Il monito è diretto ai paesi più indebitati tra cui la Spagna. Il presidente Zapatero presenterà oggi al Parlamento il piano di tagli alla spesa.

“Ho la sensazione che si stiano facendi piani e adattamenti un pò in fretta e furia, per vedere che cosa succede, perché non c‘è un’idea chiara. – dichiara il professore ed economista Santiago Niño Becerra – La Spagna può tagliare il deficit ma il problema di base, il problema fondamentale, cioè quello della produttività, del modello economico, non sarà risolto”.

Gli sforzi supplementari da 15 miliardi di euro si aggiungono al piano di austertà già annunciato da Madrid a gennaio scorso. Obiettivo: portare il deficit pubblico al 3% entro il 2013 dall’11,2% del 2009. La destra chiede più flessibilità nel mercato del lavoro, il governo è prudente, la disoccupazione ha superato il 20%.