ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, olandese il piccolo miracolato dell'Airbus

Lettura in corso:

Libia, olandese il piccolo miracolato dell'Airbus

Dimensioni di testo Aa Aa

Otto, nove, o dieci anni, poco importa se le fonti non concordano sull’età del piccolo scampato al disastro aereo di Tripoli. Quel che conta è che, non si sa come, è l’unico a essere rimasto in vita. Dovrà ora sopravvivere allo shock di aver perso tutta la sua famiglia, padre, madre e un fratello o una sorella di undici anni, secondo la stampa olandese.

Il piccolo è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Al-Sabia della capitale libica, dove è stato sottoposto a intervento per aver riportato fratture multiple, spiega un medico, che precisa: “Le sue condizioni sono stabili. Non è in pericolo di vita”.

È uno dei 62 olandesi che viaggiavano a bordo dell’Airbus. I Paesi Bassi sono in lutto, il premier Jan Peter Balkenende ha presentato le sue condoglianze alle famiglie delle vittime.

Gli olandesi, organizzati in due gruppi, erano di ritorno da una vacanza in Sudafrica. Un gruppo era diretto a Bruxelles, l’altro a Düsseldorf, in Germania.