ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marea nera: BP studia una nuova cupola

Lettura in corso:

Marea nera: BP studia una nuova cupola

Dimensioni di testo Aa Aa

British Petroleum non si arrende. Il colosso petrolifero sta lavorando a una nuova cupola di contenimento per fermare la marea nera che sta provocando enormi danni ambientali nel Golfo del Messico. A terra, in Louisiana, gli elicotteri stanno volando sulle coste per sistemare barriere di sacchi di sabbia mentre Bp ha ottenuto l’autorizzazione per cospargere solventi sul fondale marino.

La chiazza di greggio intanto si espande: “ Ormai la marea nera, spiega questo biologo marino, dalla piattoforma Deepwater Horizon è giunta a 40 miglia dalla punta sud del Mississipi. E’ praticamente vicina alla terra ferma”.

Ogni giorno dalle due falle del pozzo fuoriescono circa 800 mila litri di petrolio, per le spese di pulitura la società finora ha sborsato circa 270 milioni di euro, una cifra irrisoria rispetto al disastro ecologico che questa massa enorme di petrolio sta provocando alle coste americane.