ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Negoziati ufficiali tra labour e libdem. Brown si dimetterà

Lettura in corso:

Negoziati ufficiali tra labour e libdem. Brown si dimetterà

Dimensioni di testo Aa Aa

Colpo di teatro dei laburisti nelle trattative post-elettorali in Regno Unito. Gordon Brown annuncia l’apertura ufficiale di negoziati con i liberaldemocratici, impegnati da tre giorni in colloqui con i conservatori, per formare un governo.

Brown lascerà la leadership del labour e poi, entro settembre, l’incarico di premier. Offre dunque ai libdem quello che esigono in cambio di un’alleanza. “Come sappiamo, i liberaldemocratici hanno ritenuto di avviare colloqui in primo luogo con i conservatori”, ha affermato Brown. “Nick Clegg mi ha fatto sapere che, mentre continuerà a dialogare con loro, desidera iniziare discussioni formali con il partito laburista”.

In giornata i conservatori e i libdem avevano affermato di aver registrato progressi nelle trattative in corso da venerdì.

I deputati del partito di Clegg hanno chiesto alcuni chiarimenti ai Tory di David Cameron, diventata prima forza del Paese, su questioni come i fondi all’istruzione, il sistema fiscale e la riforma della legge elettorale. Poco dopo Brown nel suo annuncio ha detto che quest’ultima sarà la priorità.

“Questa è la più grande opportunità per i libdem per mettere in pratica il loro programma per due-tre generazioni e loro non vi rinunceranno”, afferma Lembit Opik, ex deputato libdem. “I punti fermi – l’immigrazione, la riforma elettorale, l’Europa, e la sostituzione dell’arsenale nucleare – sono le questioni principali e non sappiamo cosa succederà a riguardo. Ma sicuramente Nick sa che può scrivere una pagina di storia”.

Per formare un eventuale nuovo governo Brown punta anche ad ottenere il sostegno dei partiti minori tra cui quello nazionalista scozzese e il partito socialdemocratico dell’Irlanda del nord.

Intanto i mercati sono impazienti di vedere una soluzione e sapere come sarà tagliato il deficit del Paese.