ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni Regno Unito: riprendono negoziati Tories-Lib Dem

Lettura in corso:

Elezioni Regno Unito: riprendono negoziati Tories-Lib Dem

Dimensioni di testo Aa Aa

La domanda è sempre la stessa: chi sarà il nuovo premier inglese? In attesa della risposta, che non arriverà prima di lunedì, la Gran Bretagna ha visto sfilare tre potenziali primi mininistri, uno accanto all’altro, nel corso delle celebrazioni a Londra per il 65anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale, ognuno con la sua corona di fiori.

Il nuovo round per i negoziati tra conservatori e liberal-democratici è fissato per le 10.00. Ma ieri un migliaio di sostenitori di Clegg ha manifestato davanti al quartiere generale dei LIb Dem, per chiedere al partito di non cedere sulla nuova legge elettorale in senso proporzionale.

I Tories, che hanno detto sì ad una partecipazione dei liberal-democratici al governo, su questo punto per ora non vogliono discutere. A differenza dei laburisti che, invece, offrirebbero a Clegg la riforma su un piatto d’argento. Ben Bradshaw, membro del governo, ha dichiarato: “Noi abbiamo perso la maggioranza, ma anche i conservatori non l’hanno ottenuta; c‘è ancora una forte presenza in termini di seggi e di voti per i partiti progressisti. Si tratta di una ghiotta occasione per riformare una volta per tutte il nostro screditato e ingiusto sistema elettorale”.

Il 62% degli inglesi, secondo il Times, vorrebbero Brown già fuori da Downing Street. Mentre il tabloid conservatore The Sun ironicamente titola: “Squatter di 59 anni rintanato al numero 10”.