ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marea nera nel Golfo del Messico, ora si tenta col coperchio

Lettura in corso:

Marea nera nel Golfo del Messico, ora si tenta col coperchio

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono cominciate venerdÌ notte, al Largo della Louisiana, le operazioni di immersione del grande coperchio, che dovrebbe chiudere la falla nella piattaforma petrolifera della Bp, affondata il 22 aprile scorso.

Scopo dell’operazione, che non è esente da incognite tecniche, è mettere un argine alla fuoriuscita del greggio, che sta inondando le coste di quattro stati degli Usa. Poco riusciti, finora, i tentativi di neutralizzare la marea nera.

“I solventi utilizzati – spiega il presidente della National Wildlife Federation – sono concepiti per disperdere una grande quantità di petrolio, in più acqua possibile. Il risultato è ora una miscela tossica marrone, simile piuttosto a liquame. I solventi, quindi, non riducono la quantità di petrolio nell’acqua. Semplicemente lo disperdono in diversi luoghi dell’ecosistema marino”.

Il coperchio potrebbe essere operativo dall’inizio della prossima settimana e dovrebbe fermare l’80% del flusso ora in atto, che è di 800 mila litri al giorno.