ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Islanda: il vulcano fuma ma non allarma

Lettura in corso:

Islanda: il vulcano fuma ma non allarma

Dimensioni di testo Aa Aa

Fumata nera, ma non troppo. Torna in piena attività senza allarmare, il vulcano islandese che ad aprile ha messo in ginocchio il traffico aereo internazionale. Gli esperti prevedono “nubi di cenere considerevoli”.

Un denso strato, in parte già ricaduto a terra e che ora ammanta il paesaggio a perdita d’occhio.

Forti venti verso l’Atlantico hanno limitato l’impatto in quota. Al terzo giorno di parziali chiusure dello spazio aereo di Irlanda e Scozia, l’attenzione degli scienziati è rivolta soprattutto al suolo.

Meteorologi e geologi hanno circoscritto porzioni di terreno, per monitorare concentrazione e incremento dello spessore delle ceneri, nell’arco di 24 ore.

I picchi registrati dai sismografi suonano intanto come tamburi di guerra: sotto la crosta dell’Ejafjallajokull la lava continua a bollire e minacciare nuove eruzioni.