ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Atene: scontri davanti Parlamento, sì a piano austerity

Lettura in corso:

Atene: scontri davanti Parlamento, sì a piano austerity

Dimensioni di testo Aa Aa

Scontri fra polizia e manifestanti ad Atene davanti al Parlamento, che ha detto sì al piano di austerità da 30 miliardi di euro per salvare il paese dal possibile definitivo tracollo economico.

Al termine di una manifestazione contro il governo, che ieri aveva radunato nella piazza oltre diecimila persone, la polizia ha effettuato cariche e usato gas lacrimogeni per disperdere alcune centinaia di giovani che lanciavano pietre e bottiglie. Sono stati effettuati anche alcuni fermi.

In cambio di 110 miliardi di euro dall’Europa e dal Fondo Monetario Internazionale il piano, che chiede immensi sacrifici alla popolazione greca, è passato con 172 voti a favore e 121 contrari.

“Con questo voto si applicano le misure di austerity concordate con l’Unione Europea e il Fondo Monetario Internazionale. Se la Grecia non avesse accettato il pacchetto, avrebbe pagato un prezzo molto caro, arrivando probabilmente alla bancarotta”, ha dichiarato l’analista politico greco Yannis Loulis.

Il paese è sotto shock: sulla coscienza anche tre vittime innocenti, tra cui una donna incinta, rimaste intrappolate in una banca incendiata a margine delle manifestazioni di due giorni fa.
Su un cartello esposto davanti all’edificio campeggia la scritta in greco: “Vergogna!”