ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regno Unito, campagna elettorale finita per i tre leader

Lettura in corso:

Regno Unito, campagna elettorale finita per i tre leader

Dimensioni di testo Aa Aa

Giornata di campagna politica no-stop ieri per i tre leader britannici. Nel Regno Unito non esiste la pausa di riflessione. Obiettivo dell’ultimo giorno utile convincere i milioni di indecisi.

Il premier Gordon Brown, originario del nord di Edimburgo, ha parlato a Dumfries, in Scozia: “Capisco i vostri timori. So che siete preoccupati per il lavoro e per il futuro dei servizi statali, ma vi dico questo: se vogliamo la ripresa e la crescita economica abbiamo bisogno di una maggioranza laburista”.

Era, invece, a Bristol, nel sud-ovest dell’Inghilterra David Cameron, leader dei conservatori dal 2005, che questa settimana si è guadagnato il sostegno del Financial Times e dell’Economist.

“Se vi volete svegliare venerdì mattina con un nuovo governo, una nuova squadra, un nuovo premier che comincino a fare pulizia nel caos fatto negli ultimi 13 anni c‘è solo una cosa da fare: votare conservatore.”

Nick Clegg, leader dei liberaldemocratici da due anni e mezzo, è la sorpresa di queste elezioni, perché è riuscito a portare il suo partito, storicamente minoritario, nella posizione di poter vincere le elezioni.

“Dobbiamo cambiare il finanziamento dei partiti e dobbiamo cambiare la Camera dei Lords e far sì che diventi responsabile di fronte a voi e non solo verso se stessa. Ogni vostro singolo voto conta, i politici devono ascoltare voi non solo loro stessi”, ha detto davanti alla folla a Eastbourne, nel sud dell’Inghilterra.

Clegg – molto popolare tra i giovani – ha fatto delle riforme, soprattutto su fisco e sistema elettorale, la sua bandiera.