ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La cupola "blocca-petrolio" è sul luogo del disastro

Lettura in corso:

La cupola "blocca-petrolio" è sul luogo del disastro

Dimensioni di testo Aa Aa

L’installazione della cupola di contenimento per bloccare la fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico prenderà il via nelle prossime ore. Il blocco del flusso potrebbe iniziare da lunedì prossimo.

La marea nera che da due settimane minaccia gli Stati Uniti sta per raggiungere le isole Chandeleur, paradiso naturale davanti alle coste della Louisiana. Più ad est c‘è la Florida. Prima ancora che il greggio ne lambisca per esteso le coste il governatore Charlie Crist, finora acceso sostenitore delle trivellazioni sottomarine annuncia il suo ripensamento: “Ci serve il petrolio ma non per forza dal Golfo del Messico. Ho di nuovo sorvolato la zona. Vedere tanta devastazione e un’estensione tanto grande della chiazza è davvero incredibile”.

Il Centro Statunitense per la Biodiversità, un’organizzazione ambientalista, ha appurato che per la piattaforma di trivellazione che affondando ha dato origine al disastro vennero ridotte al minimo le analisi di impatto ambientale richieste dal Dipartimento dell’Interno americano. La stessa procedura di semplificazione riguarderebbe altre centinaia di esplorazioni sottomarine condotte nel Golfo del Messico.