ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dimissioni? Per Brown la strada è tutta in salita

Lettura in corso:

Dimissioni? Per Brown la strada è tutta in salita

Dimensioni di testo Aa Aa

Le prime reazioni negli ambienti laburisti puntano il dito, inevitabilmente, su Gordon Brown. Il crollo del partito, che perderebbe 90 seggi stando agli  exit poll, lo mette in dubbio come leader del suo schieramento.
 
Ma nel discorso notturno (era circa l’una di notte, ora locale) presso il suo collegio elettorale in Scozia, Brown ha evocato con orgoglio le sue radici laburiste ed è sembrato intenzionato a non abbandonare: “serve un governo forte e stabile”, ha detto.
 
In effetti, i Laburisti si aggrappano alle regole vigenti, in base alle quali spetta alla maggioranza uscente tentare la formazione di un nuovo esecutivo.
 
Ma, stando alle stime provvisorie, anche alleandosi con i Liberaldemocratici, i Laburisti non sono in grado di formare una maggioranza assoluta (insieme avrebbero 316 seggi, ne sono necessari 326).
 
Riuscirebbero, tuttavia, a superare gli avversari. E in tal senso, appunto, si starebbe muovendo lo stesso Brown, che tenta cosi’ di giocare la sua ultima carta.
 
Andrea Rustichelli