ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, la marea nera potrebbe toccare Miami

Lettura in corso:

Usa, la marea nera potrebbe toccare Miami

Dimensioni di testo Aa Aa

Con il passare dei giorni si aggravano i danni all’ambiente causati dall’incidente alla piattaforma petrolifera nel Golfo del Messico. I venti stanno spostando l’enorme macchia nera verso le coste meridionali degli Stati Uniti.

British Petroleum stima che la fuoriuscita di petrolio nel mare ammonta a circa 800mila litri al giorno. Secondo Greenpeace la reale entità del disastro è di gran lunga superiore.

La marea nera intanto cresce e si allarga. Dopo la Louisiana potrebbe toccare la Florida. Se le correnti del Golfo del Messico giocheranno a sfavore, potrebbe arrivare a Miami.

BP ha cominciato a costruire il primo dei due pozzi che serviranno ad allentare la pressione sul pozzo danneggiato e a contenerne la perdita. La compagnia britannica ha anche accelerato la costruzione di una cupola in cemento per tappare la falla. È la prima volta che questa tecnica è applicata a una profondità di 1500 metri e l’esito non è garantito. I lavori, inoltre, potranno durare fino a tre mesi.

Nel frattempo condizioni del tempo più clementi hanno aiutato i soccorsi.