ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Operalia alla Scala di Milano

Lettura in corso:

Operalia alla Scala di Milano

Dimensioni di testo Aa Aa

La scala di Milano e Plácido Domingo. Uniti per Operalia, il prestigioso concorso lirico internazionale. Fondato dal celebre tenore spagnolo, l’iniziativa aiuta a fare emergere i migliori cantanti d’opera. Di suo Domingo ha messo anima e cuore, tanto da dedicarsi alla direzione dell’orchestra.
 
“I talenti – dice il tenore Plácido Domingo – non possono restare nascosti. Con il concorso li portiamo davanti al pubblico e questo rende la loro carriera, spesso dura e tortuosa, piu’ facile. E’ una grande soddisfazione costruire la catena di cantanti, generazione dopo generazione. Mi rende davvero felice”.
 
E’ la prima volta che Milano ospita Operalia. Al concorso hanno partecipato seicento candidati, solo 13 sono arrivati in finale.
 
Sonya Yoncheva ha sempre voluto partecipare al concorso. Ora a 28 anni, il soprano proveniente dalla Bulgaria ha preso coraggio ed è stata ricompensata.
 
“Ho solo detto: O Dio mio ma quello è il mio nome? -dice Sonya - E’ stata una sorpresa, soprattutto per aver vinto il premio speciale. Non avrei mai potuto immaginare di vincere il premio speciale e poi il primo premio. E’ stata come la ciliegina sulla torta.”
 
Stefan Pop, tenore rumeno, ha regalato alla Scala un’ interpretazione commuovente.
 
“Sono felice, ho vinto il primo premio -dice Pop – non so cosa posso volere di piu’. Avere un maestro come Plácido Domingo, che dirige alla Scala mentre canto. Per me è tutto”.
 
Operalia apre le porte dei piu’ rinomati teatri d’opera del mondo ai nuovi talenti.
 
Per Domingo l’edizione di quest’anno, è stata in particolar modo speciale. Il tenore celebrava i 40 anni dal suo debutto alla Scala.
 
“Quando ho debuttato – racconta Domingo – avevo 28 anni e venire qui davanti a questo pubblico e a questi straordinari coro e orchestra è stato davvero unico. Una grande, grandissima emozione e una grande responsabilità. Era l’inizio della carriera e non posso credere di aver cantato per 40 anni.”
 
Nel servizio avete sentito brani di Jules Massenet -Manon “Je marche sur tous les chemin” e Giacomo Puccini – La Boheme “Che gelida manina”.

www.medici.tv