ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: primo arresto per fallito attentato a NY

Lettura in corso:

USA: primo arresto per fallito attentato a NY

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha dichiarato di aver agito da solo il cittadino pachistano naturalizzato americano arrestato per il mancato attentato di sabato scorso a New York.

In un primo interrogatorio davanti agli investigatori, Faisal Shahzad, ha smentito di essere legato a dei gruppi radicali del suo paese di origine.

L’uomo è stato bloccato mentre stava cercando di lasciare il paese. L’annuncio dell’arresto è arrivato dal ministro della giustizia statunitense, Eric Holder: “Faisal Shahzad è stato arrestato in relazione fallito attentato di New York di sabato. Cittadino americano, Shahzad è stato fermato all’aeroporto di JFK mentre stava prendendo un areo con scalo a Dubai”.

Domenica, il giorno successivo il ritrovamento della macchina imbottita di esplosivo a Times Square, un gruppo legato ai taleban pachistani aveva rivendicato l’azione. Un annuncio che gli investigatori della CIA avevano accolto con scetticismo.

Ora la pista riporta al Pakistan. Faisal Shahazad era da poco rientrato in Usa dal suo paese di origine, dove aveva vissuto a Peshawar, vicino al confine afghano. Islamabad ha già confermato la propria disponibilità a cooperare con gli investigatori americani.

“Siamo in attesa – ha detto il ministro dell’interno Rehman Malik – di una richiesta ufficiale da parte del governo americano per collaborare e raccogliere maggiori informazioni dopo l’arresto avvenuto all’aeroporto di New York”.

La pista che ha portato sulle tracce di Faisal Shahzad è partita dalla macchina utilizzata per il fallito attentato. Il proprietario del veicolo l’aveva venduto tre settimane fa.