ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ridiamo delle elezioni, siamo inglesi

Lettura in corso:

Ridiamo delle elezioni, siamo inglesi

Dimensioni di testo Aa Aa

In ogni elezione che si rispetti, c‘è chi fa sul serio e chi, irridente, rema contro.

Anche nella compassata Gran Bretagna, che ha il suo Monster raving loony party, il partito dei pazzi furiosi.

Nato negli anni sessanta, in programma ha solo idee in linea con la sua filosofia. Come combattere il cambiamento climatico con i condizionatori d’aria.

45, pazzi, candidati e nessuna speranza di aggiudicarsi un solo seggio.

“Non ci sono politici per cui valga la pena di votare”, dice uno dei candidati, “allora, piuttosto che non andare alle urne, meglio scegliere noi per esprimere il proprio dissenso”.

Per il momento si accontentano di recuperare i 500 euro spesi nella campagna elettorale.

Sperando però che non venga loro in mente di ripetere l’esperienza del Quattrocento fiorentino, con una nuova, sanguinosa Congiura de’ Pazzi.