ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama sui luoghi della marea nera: "Catastrofe senza precedenti"

Lettura in corso:

Obama sui luoghi della marea nera: "Catastrofe senza precedenti"

Dimensioni di testo Aa Aa

Rassicurazioni, ma anche allarme sugli effetti potenzialmente catastrofici della marea nera. Accolto a Venise, in Louisiana dal governatore Bobby Jindal, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha promesso indennizzi per le comunità colpite e dispensato incoraggiamenti e pacche sulle spalle agli uomini della Guardia Costiera, senza però nascondere la gravità della situazione.

“Credo che come la come popolazione del golfo del Messico – ha detto -, tutti gli americani sappiano ormai che abbiamo a che fare con una catastrofe ecologica forse senza precedenti. Fatemi quindi essere chiaro: BP è responsabile e BP pagherà il conto. Ma da presidente degli Stati Uniti non risparmierò alcuno sforzo, per contrastare questa emergenza. Duri quel che duri”.

Esaminata l’avanzata della chiazza di petrolio liberata dalla piattaforma del colosso britannico, Obama ha difeso l’operato della Casa Bianca, sostenendo la protezza dei dispositivi di contrasto.
Poi, ai pescatori messi in ginocchio dal disastro ecologico, la promessa che il governo moltiplicherà i suoi sforzi. Rassicurazioni arrivate proprio mentre le autorità federali bandivano la pesca dal delta del Mississippi fino alle coste occidentali della Florida.