ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Primo Maggio, scontri ad Atene

Lettura in corso:

Primo Maggio, scontri ad Atene

Dimensioni di testo Aa Aa

Primo maggio ad Atene, prova generale di proteste che minacciano di infiammare il paese nei prossimi giorni.

Alcune migliaia di persone hanno sfilato lungo le strade della capitale, diretti verso il Parlamanto.

Protestano contro le severe misure anticrisi, che la Grecia dovrà attuare per ottenere, dall’Unione Europea e dal Fondo Monetario Internazionale, il prestito che la salverà dalla bancarotta.

Nel corteo che gridava slogan contro Bruxelles e contro l’Fmi, la tensione è scoppiata verso mezzogiorno.

Un gruppo di anarchici ha lanciato un paio di potenti petardi contro il ministero delle Finanze, che sorge su un lato della piazza del Parlamento.

Alcuni manifestanti hanno dato fuoco anche ad un camioncino della tv pubblica greca, mentre altri lanciavano sassi e altri oggetti contro la polizia, che ha risposto caricandoli e sparando lacrimogeni.

Il premier Papandreu, che gode ancora di credibilità nel paese, dovrà far ingoiare la pillola amara delle misure anticrisi, annunciandole pubblicalmente domani.

Tagli a salari e pensioni, aumento delle tasse: una ricetta durissima che i sindacati hanno già annunciato nei giorni scorsi, dando il via a scioperi, dal porto di Atene, alle ferrovie.

E un grande sciopero generale dei servizi pubblici e privati è annunciato per mercoledì.

Un gioco pericoloso: se la tensione sociale si aggrava le agenzie di rating potrebbero degradare ulteriormente Atene, peggiorando la già tragica situazione greca.