ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Primo maggio a Mosca, tra nostalgia e realismo del presente

Lettura in corso:

Primo maggio a Mosca, tra nostalgia e realismo del presente

Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo maggio, a Mosca, è in parte un revival, dove l’orgoglio comunista degli oppositori di Putin si dispiega, con circa 5 mila manifestanti che hanno sfilato per le strade sotto le bandiere del Partito Comunista, del burbero leader Zyuganov.

E in pazza, a suo modo, c‘è anche il campione di scacchi Kasparov, divenuto (col suo movimento Solidarietà) uno dei principali oppositori di Putin e del presidente Medvedev.

Quanto ai sostenitori dell’establishment, il partito Russia Unita, anch’essi hanno sfilato, ma sotto insegne dai colori non sospetti. Erano circa 20 mila.