ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Istanbul torna a celebrare il 1° maggio

Lettura in corso:

Istanbul torna a celebrare il 1° maggio

Dimensioni di testo Aa Aa

Una marea rossa. Per la prima volta dopo 33 anni il primo maggio è festa anche a Istanbul. Decine di migliaia di persone – i giornali turchi dicono più di 200 mila – hanno riempito la centrale piazza Taksim, off limits dal 1977. Quell’anno, sconosciuti spararono sulla folla, facendo un bagno di sangue. Il governo turco allora vietò le manifestazioni del primo maggio. Da oggi, sono di nuovo autorizzate.
Una vittoria per i sindacati, che da anni indicono adunate regolarmente represse.

Qualche disordine si è avuto anche oggi, ma per ragioni diverse. Un leader sindacale, mentre teneva un discorso, è stato contestato da un gruppo di lavoratori, che hanno lanciato pietre contro di lui, costringendolo a rifugiarsi all’interno del Centro culturale Atatürk.

Solo un episodio nel contesto generalmente pacifico del corteo. Un manifestante portava un cartello con la scritta: “Sono un reduce del 1°maggio ’77. 33 anni dopo sono ancora qui”.

33 anni dopo quel tragico giorno in cui una quarantina di persone rimasero uccise e più di cento ferite. Si sospetta che ad aprire il fuoco siano stati militanti di estrema destra aiutati da membri dei servizi segreti turchi.