ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Effetto Grecia: il terremoto finanziario da Madrid a Roma

Lettura in corso:

Effetto Grecia: il terremoto finanziario da Madrid a Roma

Dimensioni di testo Aa Aa

Atene torna in piazza, Madrid trema e Roma invita alla calma. Sì tedesco al piano d’aiuti e positiva reazione dei mercati non arrestano il domino internazionale, innescato dalla crisi che minaccia di investire l’intera area euro. Baricentro di terremoto finanziario e proteste è la capitale greca: qui violenze e preoccupazioni sono tornate ad esplodere di fronte alla prospettiva di ulteriori misure di austerity. “Dopo i tagli subiti negli scorsi mesi – denuncia una cittadina -, il mio stipendio è ora di 1.100 euro. Soltanto di affitto ne pago 500. Come si fa a tirare avanti con queste cifre?”.

Allarme recepito dal presidente della Banca Centrale Europea Jean-Claude Trichet, che da Monaco ha espresso ottimismo, ma sollecitato a stringere i tempi della concertazione. Tre, ha detto, i passi da intraprendere per salvare Grecia e mercati e moneta unica: “Primo: un programma forte e credibile, concordato anche con Commissione Europea, Fondo Monetario Internazionale e governo greco. Secondo: un sostegno che metta al riparo l’area euro da ripercussioni finanziarie. E terzo: una consistente implementazione nelle nostre misure di sorveglianza”.

E mentre Berlusconi rassicura escludendo rischi per l’Italia, la Spagna accusa lo schiaffo delle agenzie di rating. Il declassamento del debito subito insieme a Grecia e Portogallo rimbalza sui quotidiani e scatena nuovi processi al governo Zapatero.