ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ultima chiamata da Atene: aiutateci o il paese chiude per bancarotta

Lettura in corso:

Ultima chiamata da Atene: aiutateci o il paese chiude per bancarotta

Dimensioni di testo Aa Aa

Le misure di austerità non bastano. Il governo greco per respingere gli assalti speculativi che rischiano di portare il paese alla bancarotta si appella all’Europa e al Fondo Monetario Internazionale.

I manifestanti che ieri sono tornati in piazza per protestare contro il piano di austerità e i tagli a salari e pensioni se la prendono con il Fondo Monetario Internazionale. La Borsa intanto ieri ha subito un altro tonfo e le agenzie di rating come Standard&Poor’s hanno declassato i titoli greci a spazzatura constringendo il ministro delle finanze Papacostantinou a equilibrismi verbali:

“Il voto dell’agenzia non riflette i dati reali dell’economia greca – ha assicurato Papacostantinou in una tesa intervista televisiva – gli aiuti internazionali pero’ devono arrivare subito”, il rapporto PIL deficit infatti è peggiore del previsto.

La banca centrale greca ha fatto capire al governo che occorre tagliare ancora la spesa. Lacrime e sangue per evitare il default e il rischio contagio. La speculazione sta attaccando la Grecia presto potrebbe toccare al Portogallo. Nel mirino per molti osservatori c‘è la tenuta dell’Euro la sua sopravvivenza.

Ma se l’FMI è pronto ad agire l’Europa frenata dalla Germania tentenna. L’incontro tra i leader della zona euro si terrà solo il 10 maggio dopo il voto regionale tedesco in Nordreno Westfalia.