ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Mosca pubblica i documenti su Katyn


Federazione russa

Mosca pubblica i documenti su Katyn

La tragedia di Smolensk ha avvicinato Russia e Polonia e ha facilitato la pubblicazione di documenti finora coperti dal segreto di stato sui crimini sovietici a Katyn.

Oggi sono stati messi in Rete nel sito dell’Agenzia federale degli archivi russi alcuni documenti che provano le responsabilità sovietiche nel massacro di Katyn.

Tra il 1940 e il 1941, 22 mila ufficiali polacchi furono trucidati dall’Armata Rossa in seguito all’invasione della Polonia da parte di Mosca. Per decenni la Russia ha accusato della strage le truppe naziste.

“Questi sono i documenti firmati da Stalin e dai membri del Politbureau – spiega il responsabile degli archivi di Stato russi – e qui ci sono le note a margine con l’approvazione dei compagni Kalinin e Kaganovic”.

Oggi tutti, storici e privati cittadini, possono consultare liberamente in Internet i documenti sul massacro degli ufficiali polacchi.

Molti altri documenti restano ancora segreti: le nuove relazioni tra Varsavia e Mosca, inaugurate dall’incidente aereo in cui ha perso la vita il presidente polacco, Lech Kaczynski, potrebbero portare presto alla pubblicazione di altri dossier secretati.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Attentato suicida nel nord-ovest del Pakistan, 4 poliziotti uccisi