ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Goldman Sachs: audizione in Senato per i vertici della banca

Lettura in corso:

Goldman Sachs: audizione in Senato per i vertici della banca

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’audizione fiume quella dell’amministratore delegato di Goldman Sachs.

Lloyd Blankfein è stato ascoltato in Senato dove per quasi undici ore sono stati sentiti molti manager della banca. Il dirigente è accusato di aver venduto ai clienti prodotti finanziari sofisticati e di aver contribuito a gonfiare la bolla immobiliare per poi approfittare del crollo del mercato.

“Non abbiamo scommesso sul mercato immobiliare – dice Blankfein – e di certo non abbiamo scommesso contro i nostri clienti. Riteniamo di aver gestito il rischio nel modo in cui i nostri azionisti e i regolatori si aspettavano da noi”

In aula anche alcuni manifestanti con addosso tute da carcerato.

Sentito anche Fabrice Tourre, l’unico manager di Goldman Sachs chiamato direttamente in causa dalla Sec, l’organo di controllo statunitense sulla Borsa.

“Queste audizioni – sostiene Elizabeth Nowicki, docente di diritto presso l’Università di Boston – danneggiano anche altre banche. E’ solo una questione di tempo prima che i privati facciano altre querele. Anche la Sec controllerà le transazioni sofisticate avvenute in altre banche mentre Goldman Sachs vendeva i suoi derivati”.

L’audizione giunge in contemporanea con il nuovo stop, da parte repubblicana, dell’avvio del dibattito sulla proposta di riforma finanziaria di Wall Street del democratico Christopher Dodd, che Blankfein dice peraltro di sostenere.