ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: nove miliardi entro il 19 maggio

Lettura in corso:

Grecia: nove miliardi entro il 19 maggio

Dimensioni di testo Aa Aa

Nove miliardi di euro per non fallire. È il grido d’allarme lanciato ad Atene dal ministro delle Finanze: una cifra necessaria prima del 19 maggio per evitare la bancarotta dello Stato ellenico con tutto quello che ne deriva. I rendimenti offerti dai titoli di stato greci rallentano, ma lo spread rispetto a quelli tedeschi resta proibitivo.

A Bruxelles il vice presidente della Bce il greco Lucas Papademos dice che il programma economico di salvataggio della Grecia previsto dalla Commissione, dalla Banca Centrale Europea e dal Fondo Monetario Internazionale puo’ rivelarsi utile a patto che la Grecia cooperi con una severa politica di riforme strutturali e fiscali.

E intanto la situazione peggiora. Il prodotto interno lordo calerà piu’ del 2%: la previsione arriva dal governatore della Banca d’emissione greca secondo cui il paese vive il piu’ difficile periodo degli ultimi decenni.

“In ogni caso – sottolinea l’analista tedesco Klaus Wübbenhorst – l’euro debole fa bene alle esportazioni di tutta la zona. Di conseguenza l’impatto sui consumi é inesistente e la Grecia resta un problema a parte”

Sta di fatto che se il governo accettasse l’invito del governatore a tagliare ulteriormente il deficit di almeno il 5% contro un precedente 4% un nuovo piano di austerità si abbatterebbe sulla popolazione che ha già non pochi problemi.