ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Elezioni, necessario riscrivere le regole


Belgio

Elezioni, necessario riscrivere le regole

Yves Leterme sta ora alla finestra. Lunedì Re Alberto secondo ha accettato le dimissioni del premier belga. Si andrà a nuove elezioni a giugno ma si aggiunge ora un nuovo problema. Va cambiato il sietema elettorale che regola il voto di Fiamminghi e Valloni altrimenti la crisi istituzionale potrebbe aggravarsi. Il paese è nell’incertezza dal 22 aprile scorso con l’uscita dal governo dei liberali fiamminghi. Pomo della discordia i diritti linguistici speciali accordati dal 1960 ai 100 mila francofoni del distretto di Bruxelles – Hal- Vilvoorde.

Marianne Thyssen, Presidente dei Cristiano democratici fiamminghi:
“C’ è un problema nel rispetto della nostra Costituzione l’attuale sistema elettorale deve essere cambiato prima del prossimo scrutinio altrimenti andare al voto sarebbe illegale”

Se si andrà al voto senza regole condivise il rischio è che sia messa in dubbio la legittimità del nuovo parlamento.

“Forse bisogna uscire dagli standard ordinari dice una cittadina di Bruxelles- bisogna cercare di trovare soluzioni più creative, ma credo nel consenso alla belga e spero che si trovi un compromeso il più rapidamente possibile”.

Una speranza ma anche una necessità a luglio il belgio dovrà assumere la presidenza di turno dell’ Unione europea.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Estradato dagli Usa in Francia l'ex dittatore panamense Manuel Noriega