ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Deep Water Horizon: si allarga la chiazza di greggio

Lettura in corso:

Deep Water Horizon: si allarga la chiazza di greggio

Dimensioni di testo Aa Aa

I timori si sono rivelati più fondati delle smentite. La Deep Water Horizon, la piattaforma petrolifera esplosa martedì al largo degli Stati Uniti, sta inquinando una vasta superficie di mare con una densa fuoriuscita di greggio. Lo hanno accertato i tecnici della British Petroleum, la compagnia che gestiva l’impianto prima che si inabissasse nel fondale marino del Golfo del Messico. 11 i dispersi.

La piattaforma sorgeva nell’area di mare di fronte alle coste statunitensi della Louisiana: non sono ancora state accertate con esattezza le cause dell’incidente.

Il racconto dei testimoni: “Abbiamo visto qualcosa che assomigliava a una lingua di fuoco e 20 secondi dopo udito un’enorme esplosione”.

“Sembravano delle bombe, lo stesso rumore che fa un Jet ed eravamo a 17, 18 miglia dal punto dell’esplosione. Faceva paura sentire il frastuono a quella distanza”.

Gli accertamenti compiuti immediatamente dopo l’esplosione sembravano escludere danni all’ambiente. Ma un robot supertecnologico ha accertato ben due fughe di petrolio. Una chiazza estesa più di 30 chilometri è visibile a occhio nudo.