ULTIM'ORA

Lettura in corso:

24 anni fa l'incidente nucleare di Chernobyl


Ucraina

24 anni fa l'incidente nucleare di Chernobyl

Una cerimonia solenne in un cimitero moscovita ha ricordato, nel 24. anniversario della catastrofe alla centrale nucleare ucraina di Chernòbyl, le oltre 25.000 vittime dell’incidente. Dei morti, molti erano operai e tecnici russi delle squadre di soccorso, intervenuti per tentare di mettere in sicurezza il reattore esploso, ma senza alcuna protezione.

Il guasto, alla base di quello che è ancora oggi considerato il più grande didastro nucleare della storia, contaminò ampie zone tra Russia, Ucraina e Bielorussia, e una gigantesca nube radioattiva si diffuse su molti paesi europei.

Oggi, quasi un quarto di secolo dopo la tragedia, nuovi lavori sono necessari per tentare di mettere in sicurezza il reattore spezzato. Proprio in questi giorni cominciano i lavori per la posa di un enorme sarcofago, che dovrebbe almeno rallentare il flusso di radiazioni. Ma restano numerose le questioni ancora non risolte, a cominciare dalla rimozione del vecchio mantello protettivo.

Attorno a Chernobyl tutto è rimasto fermo a 24 anni fa: case, scuole, ospedali. Le concentrazioni radioattive continuano a superare di molto la soglia di rischio, e nessuno può dire se e quando la zona potrà venire decontaminata.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Berlino scettica verso il piano d'aiuti per la Grecia