ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria: conservatori verso la maggioranza assoluta

Lettura in corso:

Ungheria: conservatori verso la maggioranza assoluta

Dimensioni di testo Aa Aa

I conservatori ungheresi verso il più grande successo elettorale dal crollo del comunismo. Al secondo turno delle politiche in programma domani, il partito Fidesz di Viktor Orban è lanciato verso la conquista di una maggioranza qualificata dei due terzi dei seggi in parlamento. Traguardo, che sembra assicurato, anche alla luce del consistente vantaggio sugli avversari in quasi tutte le circoscrizioni.

Sorpresa al primo turno l’exploit dello Jobbik: partito dichiaratamente xenofobo, affermatosi con il suo quasi 17% come terza forza del paese, dietro ai socialisti ora al potere. Proprio l’incertezza delle loro politiche ha però alimentato le speranze nei conservatori.
“Li voterò, perché il governo non si è mosso. – dice una cittadina in un mercato di Budapest -. Mentre loro sono certa che faranno qualcosa”. “Una maggioranza qualificata – le fa eco un’altra – porrebbe le condizioni per la ripresa economica. Ci sono troppi disoccupati. Nella mia famiglia c‘è chi non ha lavorato per sei mesi. La crezione di nuovi posti di lavoro deve essere una priorità”.
Mai così male da 16 anni a questa parte, il tasso di disoccupazione ha raggiunto in Ungheria livelli preoccupanti: oltre 11% della popolazione attiva era nei primi mesi del 2010 senza lavoro.
Prestazioni in linea con l’incremento del deficit e il crollo dell’oltre 6% del prodotto interno lordo, registrato nel 2009. Campanelli d’allarme, che soprattutto il Fidesz ha saputo ascoltare, intercettando i le preoccupazioni della gente e promettendo ripresa economica e rilancio occupazionale.