ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Islanda. Il vulcano è rivoluzionario

Lettura in corso:

Islanda. Il vulcano è rivoluzionario

Dimensioni di testo Aa Aa

Il vulcano islandese che ha messo in ginocchio gli aeroporti di mezzo mondo potrebbe provocare ben altri sconvolgimenti. La storia del clima dimostra che un altro vulcano d’Islanda non fu estraneo addirittura allo scoppio della Rivoluzione francese.

Il raffreddamento dell’atmosfera dovuto alle polveri eruttive, a partire dal 1783, provocò la carestia che, a sua volta, alimentò il malcontento in Francia:

“Senza dubbio – ricorda lo storico francese Emmanuel Garnier – questi episodi ripetuti di esplosioni eruttive, di siccità, di inondazioni su scala europea hanno giocato un ruolo non indifferente. Nel caso della Francia, per essere precisi, nel luglio del 1788, c‘è stata una tempesta che ha distrutto tutte le principali regioni che producevano grano per Parigi. L’anno dopo, nel maggio del 1789, le prime rivolte non si svolgono davanti alla reggia di Versailles, ma davanti ai forni e certamente non è un caso”.

Considerando il rischio che l’attuale eruzione possa risvegliare anche, come è già successo in passato, il vulcano vicino, molto più potente, allora c‘è forse da mettere in conto, a parte il caos nei cieli, anche qualche sorpresa più prorompente. O magari solo un’estate più fredda e dunque un’inaspettata soluzione al problema del riscaldamento del clima. Almeno in Europa occidentale.