ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pedofilia. Avvocato Usa denuncia Ratzinger e i cardinali Bertone e Sodano

Lettura in corso:

Pedofilia. Avvocato Usa denuncia Ratzinger e i cardinali Bertone e Sodano

Dimensioni di testo Aa Aa

Joseph Ratzinger faceva parte della “piramide del silenzio”. Con quest’accusa un avvocato statunitense ha denunciato direttamente il Papa a nome di un uomo sordomuto che sarebbe stato vittima di padre Laurence Murphy.

Jess Anderson chiama in causa Ratzinger, allora prefetto della congregazione per la dottrina della fede, il suo collaboratore Tarcisio Bertone e l’allora segretario di Stato Angelo Sodano e chiede la pubblicazione di tutti i dossier segreti.

“Questo è il primo caso che portiamo in tribunale direttamente e esclusivamente contro il Vaticano”, afferma Jess Anderson, “ed è il primo caso in cui viene chiesto un risarcimento del genere al Vaticano, ossia i nomi dei colpevoli”.

L’uomo scrisse a Sodano nel 1995 per chiedergli se Giovanni Paolo II avrebbe scomunicato padre Murphy. Un anno prima delle accuse contenute nella lettera del vescovo di Milwaukee. Murphy avrebbe abusato di 200 bambini sordi. Euronews ha sentito padre Federico Lombardi, capo della sala stampa vaticana.

“La situazione è piuttosto migliorata”, dice Lombardi. “La questione è che, rilanciandosi il dibattito in Europa negli ultimi mesi, questo ha costituito spontaneamente, forse, per delle componenti diciamo non favorevoli alla Chiesa un’occasione per riallargare una tematica che in realtà negli Stati Uniti era stata già ampiamente affrontata”.

Intanto hanno lasciato i rispettivi incarichi un vescovo belga e il vescovo di Augusta Walter Mixa che aveva riconosciuto di aver picchiato i bambini di un convitto tedesco, mentre il Vaticano ha accettato le dimissioni di James Moriarty, vescovo irlandese accusato di aver insabbiato casi di pedofilia.