ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

World Press Cartoon: a Sintra si festeggia la satira giornalistica

Lettura in corso:

World Press Cartoon: a Sintra si festeggia la satira giornalistica

Dimensioni di testo Aa Aa

In posa per la foto di gruppo.
Sono 9 i vincitori dei premi attribuiti dal World Press Cartoon 2010.
A Sintra, in Portogallo, gli organizzatori per il Galà finale hanno rivestito nove piccole Smart (sponsor dell’iniziativa) con i disegni degli artisti premiati. Loro si sono prestati al gioco scoprendo solo al termine della serata chi aveva vinto cosa.

La giuria presieduta da Antonio Antunes era composta da 4 disegnatori provenienti da paesi e continenti diversi. Il World Press Cartoon è arrivato ormai alla sua quarta edizione.

L’argentino Ippoliti è stata la star della serata. Il vincitore del prestigioso Grand Prix.

Il gala del World Press Cartoon ricompensa ogni anno i migliori autori di caricature e vignette e i disegnatori di strisce umoristiche sui giornali.
Quest’anno sono stati passati al setaccio quotidiani e magazines di 77 diversi paesi.
Antonio Antunes fondatore del festival e apprezzato disegnatore portoghese meglio conosciuto come Antonio ci parla del problema della censura:

“In divesi paesi è sempre piu complicato pubblicare disegni e vignette. Le condizioni politiche non lo permettono. E spesso i lavori pubblicati sono da prendere con le pinze perchè sono disegni di propaganda. Insomma la satira non puo’ esistere se non c‘è libertà d’espressione”

Hassam Karimzadeh disegnatore iraniano è il vincitore del primo premio della categoria Humour
Il lavoro che ha attirato l’attenzione dei giurati si intitolava “Controversia”.

“I caricaturisti e vignettisti iraniani – spiega Karimzadeh – hanno uno sguardo sulla realtà interna del paese che è naturalmente assai diverso da quello di chi sta all’estero. Vedono le cose da un altro punto di vista”

I problemi per chi lavora in questo delicato settore spesso sono gli stessi qualunque sia il paese da cui si proviene.
Gabriel Ippoliti, il vincitore del Grand Prix, spiega che gli ostacoli non mancano neanche in Argentina:

“Se si toccano temi di politica internazionale diciamo che non ci sono praticamente problemi. Puo esserci un lettore che non apprezza ma gli editori lasciano correre. La situazione cambia quando si tocca la politica interna argentina. Li si cominciano le pressioni”

Tutti i lavori presentati nell’ambito del World Press Cartoon sono esposti presso il Centro culturale Olga Cadaval. Vi resteranno fino al prossimo 4 luglio. Poi spazio ai Mondiali di calcio, un tema caldo che appassiona i vignettisti premiati a Sintra. Jarbas è brasiliano ed ha vinto il secondo premio nella categoria del disegno editoriale.
Spera che in Sudafrica le cose andranno diversamente:

“Tra Argentina e Brasile c‘è una storica rivalità in campo calcistico. Al mio collega Ippoliti che ha vinto il Gran Prix ho detto: va bene tu hai vinto qui ma io mi rifaro’ con la vittoria del Brasile in Coppa del Mondo!”