ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurocontrol: domani ritorno alla normalità

Lettura in corso:

Eurocontrol: domani ritorno alla normalità

Dimensioni di testo Aa Aa

Si raccolgono i cocci e si innescano le polemiche in Europa, dopo le sei giornate campali del traffico aereo. Il ritorno alla normalità è faticoso e non omogeneo. Eurocontrol per domani dà una situazione quasi normale, ma ci vorranno giorni, forse settimane, per poter tornare a una vera routine.
A Gatwick, chi ha concluso la sua odissea compatisce chi non ha avuto la stessa fortuna.

“Là fuori è il caos assoluto. Non potete immaginarvelo. C‘è gente lasciata a se stessa dappertutto, disperata, che ha un bisogno disperato di tornare a casa”, racconta una viaggiatrice.

Un londinese esprime il suo sollievo: “Siamo contentissimi di essere casa, sono stati momenti febbrili, molto stressanti”.

I voli sono ripresi dopo che scienziati e costruttori hanno rivalutato al ribasso i rischi per gli aerei in aree a bassa concentrazione di ceneri. Un’esperienza di cui far tesoro, secondo Brian Flynn di Eurocontrol: “Ora, appena torneremo a una situazione di normalità, dovremmo sederci ed esaminare tutti insieme quali lezioni possiamo trarne. Abbiamo acquisito una grande quantità di nozioni da quest’esperienza, che devono essere utilizzate a beneficio non solo dell’aviazione europea ma di quella mondiale”.

Secondo i sismologi, la nuvola di ceneri espulsa dal vulcano è ormai del tutto insignificante. Inoltre, i venti starebbero ormai trasportando le ceneri verso il sud-ovest e l’oceano atlantico, allontanandole dall’Europa.

Ora, a cieli riaperti, le compagnie aeree ispezionano i loro apparecchi per verificare eventuali danni, accusando al tempo stesso le autorità di essere state eccessivamente caute nell’imporre una no-fly zone che ha provocato ricadute economiche colossali.