ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, piattaforma per i rimpatri britannici

Lettura in corso:

Spagna, piattaforma per i rimpatri britannici

Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna diventa lo snodo per i rimpatri dei cittadini britannici. 150 mila persone bloccate per la chiusura dello spazio aereo nazionale passeggeri che Londra intende riportare a casa con ogni mezzo. Dopo aver messo in campo la marina militare il governo labourista ha raggiunto un accordo con Madrid perché il paese diventi una vera e propria piattaforma di transito. Il viaggio verso il Regno Unito continuerà per mare e per terra, come spiega ai microfoni di euronews David Milliband, ministro degli esteri britannico:

“Il piano prevede di utilizzare il sud della Spagna come un “hub” per il ritorno in patria, per coloro che si trovano in Europa o che arrivano da paesi terzi. Molti stanno tornando da soli in treno o in macchina e vogliamo ci siano più auto, più treni più navi per farli rientrare il prima possibile”.

Tre unità della Royal Navy sono già dirette in Spagna. Verranno utilizzate come traghetti per il trasporto passeggeri facendo la spola con la terra ferma. Una decisione presa dal Comitato per le emergenze nazionali.

“Useremo la marina britannica, non sarà in grado di trasportare la maggioranza dei viaggiatori ma altre imbarcazioni, navi d’assalto anfibie, e portaerei leggere verranno messe a disposizione oltre alle navi della marina mercantile, il maggior numero possibile per attraversare il mare e rimpatriare i cittadini sull’isola”

Sono circa 70 mila le persone che in arrivo da Nord america voleranno su Madrid per poi imbarcarsi o continuare il viaggio verso casa in macchina ed in treno. erranno utilizzate come traghetti per il trasporto passeggeri facendo la spola con la terra ferma. Una decisione presa dal Comitato per le emergenze nazionali.

“Useremo la marina britannica, non sarà in grado di trasportare la maggioranza dei viaggiatori ma altre imbarcazioni, navi d’assalto anfibie, e portaerei leggere verranno messe a disposizione oltre alle navi della marina mercantile, il maggior numero possibile per attraversare il mare e rimpatriare i cittadini sull’isola”

Per ora si prevede che circa 70 mila persone voleranno su Madrid per poi imbarcarsi o continuare il viaggio verso casa in macchina ed in treno.

per saperne di più