ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra, la stazione di St Pancras crocevia di storie

Lettura in corso:

Londra, la stazione di St Pancras crocevia di storie

Dimensioni di testo Aa Aa

La stazione di St Pancras a Londra, da dove partono e arrivano gli Eurostar, è un crocevia di storie e odissee di viaggio. Fra la contentezza di chi è riuscito a tornare e la rabbia di chi, invece, è ancora bloccato.

Sentiamo il nostro inviato speciale, Seamus Kearney:
“Arrivano in molti stasera, finalmente a casa dopo aver vissuto viaggi da incubo. Tanti raccontano di ritardi di 3 o 4 giorni e di aver messo mano al portafoglio per pagare hotel e mezzi che li portassero al terminal degli Eurostar. Per poi scoprire che i biglietti per tornare a Londra sono carissimi. Ammesso che se ne trovino”.

Il racconto di chi ce l’ha fatta a tornare:
“Eravamo in Slovenia, dovevamo rientrare venerdi’, siamo rimasti bloccati fino a domenica”
Siamo arrivati in treno. Ne abbiamo presi quattro, in sei Paesi diversi, ma finalmente siamo qui”

“Avevamo un biglietto prenotato per l’Eurostar stanotte, ma eravamo nelle mani di Dio. Eravamo perduti. Ora siamo di nuovo in Inghilterra. Ci rilassiamo con una birra e una tazza di te. Gordon Brown, alza il pollice”, ironizza un altro passeggero.

Ma ci sono viaggiatori per i quali la parola ritorno ha ancora un sapore amaro. Questa donna era in vacanza in Irlanda con la famiglia. Ora è bloccata a Londra, con gli Eurostar pieni fino a mercoledi’:
“Stasera davvero non ce la faccio piu’. Sono allo stremo. Ma cerchiamo di reagire bene: prima o dopo, ci sarà un modo per tornare a casa. E’ una sfida. Non siamo i soli. Ci sono centinaia di migliaia di persone bloccate qui e altrove. Tutto quello che possiamo fare è aspettare ed essere piu’ positivi che possiamo”.

per saperne di più