ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medvedev: "Ora russi e polacchi sono più vicini"

Lettura in corso:

Medvedev: "Ora russi e polacchi sono più vicini"

Dimensioni di testo Aa Aa

Mosca e Varsavia sono ora più vicine. È l’effetto del lutto per la morte del presidente polacco Lech Katczinsky. Lo ha affermato il presidente russo Dmitri Medvedev a Cracovia per partecipare alle esequie. Assenti numerose personalità a causa delle nube vulcanica che sta bloccando il traffico aereo europeo.

“Le tragedie suscitano emozioni difficili – ha detto Medvedev – spesso possono anche avvicinare le persone e credo che ciò sia necessario tra russi e polacchi”.

L’incidente aereo del dieci aprile ha segnato una tragica coincidenza con il massacro di Katyn perpetrato 70 anni fa dalle truppe russe.

“La tragedia di Katyn è frutto dei crimini commessi da Stalin e dai suoi collaboratori.Si è trattato di un evento su cui necessario andare fino in fondo con nuove investigazioni”

Si aprirebbe così una nuova fase nelle relazioni, storicamente difficili tra i due paesi. Lo stesso Lech Katczisnky, nazionalista convinto, era noto per i rapporti poco amichevoli con la Russia. Tanto che per evitare complicazioni aveva posticipato il proprio arrivo a Kathyn per le commemorazioni del massacro evitando l’incontro con il Presidente Vladimir Putin.