ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terremoto in Cina: mille persone estratte vive

Lettura in corso:

Terremoto in Cina: mille persone estratte vive

Dimensioni di testo Aa Aa

Mille persone estratte vive dalle macerie, un centinaio i corpi senza vita recuperati dalle squadre di soccorso. Sono le cifre sulla vita e sulla morte diffuse dalle autorità cinesi che hanno fatto il punto sul bilancio del terremoto che ieri ha colpito la provincia cinese dello Qinghai, nel nord ovest del Paese. I morti accertati sono piu’ di 610 ma le macerie potrebbero nascondere un bilancio piu’ atroce.

Tutte le vittime hanno uguale dignità ma quando un terremoto distrugge 11 scuole il dolore si amplifica e sfocia in polemica.

Una ragazza è stata estratta viva da uno degli istituti crollati. I suoi soccorritori hanno scavato a mani nude.

“Mentre cercavamo di liberarla, le abbiamo stretto un laccio attorno alle gambe, perchè il suo sangue era in pressione e un detrito le schiacciava gli arti. Se non avessimo fatto cosi, una volta liberata ed estratta, sarebbe morta. Invece sta bene, è cosciente”.

La scuola si trova nella città di Yushu, epicentro del sisma. Centinaia gli edifici distrutti, decine le città quasi completamente rase al suolo.

Mentre migliaia di sopravvissuti hanno trascorso la notte all’aperto con temperature che sfiorano lo zero, le autorità di Pechino hanno messo in atto un piano di soccorsi. Centinaia di camion con medicinali, tende e generi alimentari sono in viaggio verso le zone colpite dal terremoto. I primi aiuti sono già arrivati: anche la comunità internazionale si è mobilitata.