ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kyrgyzstan: Washington invia un diplomatico. Mosca stanzia fondi

Lettura in corso:

Kyrgyzstan: Washington invia un diplomatico. Mosca stanzia fondi

Dimensioni di testo Aa Aa

La diplomazia statunitense sbarca in Kyrgyzstan. Robert Blake è giunto nella capitale Bishkek per incontrare Roza Otunbayeva, che dopo la fuga del capo di Stato Kurmanbek Bakiyev a Jalalabad, è diventata presidente ad interim.

Al centro dei colloqui, la situazione che sta vivendo il Paese, con la possibilità di un esilio per Bakiyev.

“Sono ottimista – ha sostenuto Blake – sui passi che il governo sta già compiendo e ci auguriamo di poter aiutare a far avanzare questo processo”.

La Otunbayeva ha assicurato che nell’incontro non si è parlato della base militare statunitense di Manas ma soltanto del futuro del presidente deposto: “Considereremo – ha detto – entrambe le opzioni. Se metteremo le mani su Bakiyev, allora sarà processato. Il suo esilio? Ha avuto tempo, spazio e momenti per andarsene”.

I sostenitori di Bakiyev sono scesi in piazza a Jalalabad per manifestare il loro sostegno all’ex capo di Stato, e accusare l’opposizione del massacro del 7 aprile, costato la vita ad almeno 84 persone.

Intanto il premier russo Vladimir Putin ha approvato un pacchetto di 50 milioni di dollari di aiuti per il Kyrgyzstan.