ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cisgiordania, i palestinesi respingono direttiva di Israele

Lettura in corso:

Cisgiordania, i palestinesi respingono direttiva di Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

Manifesti contro Israele e slogan per una Palestina libera. Sono stati esposti durante una protesta a Ramallah contro una nuova direttiva dell’esercito israeliano. La disposizione che è finalizzata a limitare l’ingresso di palestinesi in Israele, consentirebbe l’arresto di molti di loro o l’espulsione dalla Cisgiordania. Israele minimizza:

Yigal Palmor – Portavoce Ministro degli Esteri israeliano: “Stiamo parlando di meno di dieci casi all’anno, di persone entrate in Cisgiordania con un visto che ora è scaduto e saranno espulse” .

Sulla questione è intervenuta anche la Lega Araba che, riunita al Cairo, ha espresso il suo sostegno ai palestinesi esortandoli a mettere per iscritto una dichiarazione di “rifiuto”.

Amr Moussa, Segretario Generale della Lega Araba: “Chiamiamo il popolo e le autorità palestinesi a respingere questa misura perché porterà il popolo palestinese alla prigione nei suoi stessi villaggi in Cisgiordania”.

Per i palestinesi si tratta di una direttiva illegale che potrebbe minare i rapporti al loro interno, violerebbe, inoltre, precedenti accordi con Israele. Chiarimenti alle autorità israeliane sono stati chiesti anche dall’Unione Europea.