ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Osservatore Romano 'perdona' i Beatles

Lettura in corso:

L'Osservatore Romano 'perdona' i Beatles

Dimensioni di testo Aa Aa

Quarant’anni dopo lo scioglimento dei Beatles l’Osservatore Romano riabilita i Fab Four. Il quotidiano del Vaticano parla di un gruppo di scapestrati, disinibiti, spacconi ma anche di artefici di un’inestimabile eredità musicale. 
Già nel 2008 il giornale della Santa Sede aveva ‘assolto’ John Lennon, che tanti anni prima aveva osato dire che i quattro di Liverpool erano più famosi di Gesù Cristo, suscitando clamore e indignazione nella Chiesa.
 
Parole che oggi vengono lette come una spacconata di un ragazzo che all’epoca aveva solo 28 anni.
 
“L’Osservatore Romano – dice Giovanni Maria Vian, direttore del quotidiano – commentò che in realtà non era nulla di scandaloso. Il fascino di Gesù era tale che attraeva anche questi nuovi eroi del tempo”.
 
Ma il ‘perdono’ della Santa Sede non suscita l’entusiasmo di Ringo Starr. In un’intervista l’ex Beatle commenta la presa di posizione del quatidiano e dichiara: “non potrebbe importarmene di meno”.