ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, dall'Eurogruppo pronti 30 miliardi per affrontare la crisi

Lettura in corso:

Grecia, dall'Eurogruppo pronti 30 miliardi per affrontare la crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Approvato dai ministri finanziari dell’Eurozona un dettagliato meccanismo di aiuti alla Grecia. Un piano di prestiti triennale da parte dei loro governi e del Fondo monetario internazionale a un tasso inferiore a quello corrente. Disponibile nel caso in cui Atene – che non lo considera una prima opzione, ma una sorta di rete di sicurezza – decida di richiederne l’attivazione per rifinanziare il suo debito sul mercato.

“Va sottolineato che il governo greco non ha chiesto l’attivazione del meccanismo di aiuto, sebbene quest’ultimo sia immediatamente disponibile” ha precisato il ministro delle Finanze greco George Papacostantinou. “Crediamo che saremo in grado di continuare a prendere in prestito senza problemi dai mercati. Il messaggio di oggi è che l’Unione europea ha riconosciuto i grandi sforzi compiuti dai cittadini greci e dal nostro Paese, soprattutto dopo i risultati del primo bilancio trimestrale”.

I ministri delle Finanze dell’Eurozona – che hanno preso la decisione all’unanimità in una teleconferenza – sono pronti a mettere disposizione, sotto forma di prestiti bilaterali, trenta miliardi di euro per il primo anno a un tasso d’interesse pari a circa il cinque per cento.

‘‘I dati forniti dalla Grecia negli ultimi giorni e oggi sull’esecuzione del bilancio del primo trimestre sono incoraggianti e indicano che le misure di consolidamento decise dal Parlamento e dal governo greci stanno producendo i loro effetti’‘ ha dichiarato il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker.

Il sostegno europeo ad Atene serve a rassicurare i mercati e a evitare, quindi, al Paese di pagare interessi troppo elevati sugli oltre cinquanta miliardi di euro di cui ha bisogno quest’anno.