ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pedofilia: Ratzinger accusato di non aver rimosso in tempo prete californiano

Lettura in corso:

Pedofilia: Ratzinger accusato di non aver rimosso in tempo prete californiano

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove accuse contro Joseph Ratzinger sul suo ruolo in merito agli abusi dei preti pedofili. Secondo una lettera del 1985 – resa nota dall’Associated Press e che riporta la firma del futuro Papa, all’epoca alla guida della Congregazione per la Dottrina della Fede – quest’ultimo sconsigliò di ridurre allo stato laicale padre Stephen Kiesle, accusato di aver molestato minori in California.

Un ‘rifiuto’ che l’allora cardinale Ratzinger motivò ‘‘per il bene della chiesa universale”, stando alla ricostruzione fatta dai media americani, secondo i quali, inoltre, si intervenne sullo stato di Kiesle nove anni dopo la prima di due condanne per pedofilia.

La lettera in questione era stata inviata al vescovo John Cummins, della diocesi di Oakland.