ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kirghizistan: capitale sotto il controllo, ma la rituazione resta tesa

Lettura in corso:

Kirghizistan: capitale sotto il controllo, ma la rituazione resta tesa

Dimensioni di testo Aa Aa

Bishkek vigilata da polizia ed esercito. Secondo il nostro inviato speciale Denis Loktev, per la prima volta dopo la rivolta che mercoledì è costata la vita a 76 persone, la capitale del Kirghizistan è sotto controllo, ma l’atmosfera resta tesa.

Le formazioni di giovani volontari che nelle notti scorse si sono resi disponibili a pattugliare le strade di Bishkek sono state sciolte.

Il cibo distribuito in piazza testimonia una situazione che sta gradualmente tornando alla normalità.

Ciononostante, per motivi di sicurezza i voli dalla base aerea americana di Manas – snodo vitale per le operazioni della Nato in Afghanistan – sono stati momentaneamente sospesi. I trasporti delle truppe passeranno per il Kuwait.

Secondo fonti russe, il governo provvisorio guidato da Roza Otunbayeva ha intenzione di togliere l’immunità da procedimenti giudiziari al presidente deposto Kurmanbek Bakiev. La leader dell’opposizione ha invitato quest’ultimo a lasciare il paese nel timore di ulteriori agitazioni.

Bakiev che, rifugiatosi a sud, si rifiuta di cedere il potere e si dice pronto al dialogo con l’opposizione, ha detto in un’intervista di temere per la sua vita.

L’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa si è detta pronta a sostenere qualsiasi sforzo con l’obiettivo della stabilizzazione del Kirghizistan. Ai suoi funzionari Otunbayeva ha garantito sulla sicurezza di Bakiev in caso di dimissioni e ha promesso elezioni democratiche entro sei mesi.