ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare: Obama e Medvedev pronti a valutare sanzioni contro l'Iran

Lettura in corso:

Nucleare: Obama e Medvedev pronti a valutare sanzioni contro l'Iran

Dimensioni di testo Aa Aa

Stati Uniti e Russia più vicini sul fronte della sicurezza nucleare e sul “dossier Iran”. Il presidente americano Obama e quello russo Medvedev hanno firmato a Praga il trattato Start 2 per la riduzione degli arsenali dei rispettivi Paesi. A pochi giorni dalla conferenza internazionale sulla sicurezza nucleare, prevista per il 12 e 13 aprile a Washington, hanno ribadito la necessità che Teheran rinunci alle sue ambizioni nucleari, pena l’imposizione di nuove sanzioni.

“Gli Stati Uniti e la Russia – ha detto Barack Obama – fanno parte di una coalizione di nazioni che insistono sul fatto che la Repubblica islamica d’Iran affronti le conseguenze del suo continuo venir meno ai propri obblighi”.

Il presidente americano punta con fermezza a nuove sanzioni contro Teheran per il nucleare, da decidere entro la primavera. Sanzioni non escluse dal presidente russo Medvedev.

“La nostra posizione è ben nota e posso ribadirla ancora una volta” ha affermato quest’ultimo. “Certo, Le sanzioni raramente portano a risultati, tuttavia a volte sono necessarie. Ma in ogni caso, devono essere intelligenti, finalizzate alla sola non proliferazione, e non contro il popolo iraniano”.

La Russia, però, rimane cauta in merito. E con lei la Cina. I due Paesi hanno infatti dichiarato che la porta dei negoziati con l’Iran resta aperta.