ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corte Costituzionale portoghese: sì a unioni gay

Lettura in corso:

Corte Costituzionale portoghese: sì a unioni gay

Dimensioni di testo Aa Aa

Questo matrimonio si può fare. La Corte Costituzionale portoghese ha dato il via libera alla legge sulle unioni omosessuali. Ora l’ultimo passaggio prima dell’entrata in vigore è la firma del Capo dello Stato. La legge approvata in febbraio modifica la definizione di matrimonio contenuta nel codice civile lusitano che faceva riferimento all’unione tra sessi differenti.

“All’epoca in cui il legislatore scrisse la Costituzione” spiega Rui Moura Ramos, Presidente della Corte Costituzionale “il concetto di matrimonio veniva da un certa tradizione, ben diverso da quello di oggi, aperto e in evoluzione”.

Il Presidente Anibal Cavaco Silva, cattolico praticante, aveva inviato il testo ai giudici per verificarne la costituzionalità. Questi hanno ritenuto che la carta fondamentale non impedisce l’evoluzione dell’istituto del matrimonio: l’allargamento alle coppie gay non ostacola la salvaguardia dell’unione uomo-donna.