ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi-Sarkozy: avanti insieme sul nucleare

Lettura in corso:

Berlusconi-Sarkozy: avanti insieme sul nucleare

Dimensioni di testo Aa Aa

Vertice bilaterale italo-francese a Parigi. Il Presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi è stato ricevuto dal Presidente francese Nicolas Sarkozy. All’ordine del giorno: gli accordi per la difesa e la collaborazione sul nucleare civile:

“Voglio rendere omaggio alla decisione storica del governo italiano di Silvio Berlusconi di fare la scelta del nucleare – ha detto Sarkozy – Noi siamo decisi a lavorare insieme agli italiani a formare i vostri dirigenti e a sostenervi su questo tema”.

Cavalcando l’onda del dibattito sul surriscaldamento climatico, il governo italiano vuole tornare al nucleare malgrado il referendum del 1987, dopo il disastro di Cernobil, abbia mostrato la volontà contraria dell’opinione pubblica interna.
Da Parigi Berlusconi ha detto che pensa a una campagna, anche attraverso la televisione, per far cambiare idea agli italiani.

L’obiettivo dell’esecutivo è quello di cominciare a costruire centrali a partire dal 2013, per far partire la produzione entro il 2020. A regime, il 25% del fabbisogno energetico italiano, secondo l’esecutivo, dovrebbe essere assicurato dall’atomo.

La collaborazione fra ENEL e la francese EDF dovrebbe portare alla costruzione di 4 centrali con reattore di tipo EPR che però, secondo gli oppositori al nucleare civile, sarà una tecnologia già superata quando gli impianti potranno effettivamente entrare in funzione.